Il cerchio infinito

Ciclicamente e costantemente si ripetono le tragedie con vittime ed eroi. 

Le guerre si presentono e cosi via in un gioco ironico di precisa forma ciclica, qui simbolicamente tracciato dallo scudo del soldato vittima, onorato dalla pietà del velo della donna che lo copre senza intaccare la dignità dell'eroe. La stessa si avvolge e si copre per riprendere a vivere, a generare con la forza, il braccio virile difende e protegge il proprio valore di donna e la volontà di futuro. 

Non si esprime la disperazione, solo dignità e volontà di ripresa con atteggiamento stoico e resistente ormai forgiato da generazioni di tragedie e dolori accumulati. 

 

 

Inviaci un messaggio